Ma d’istruzione si vive?

da | Set 8, 2020 | Editoriale | 0 commenti

In queste due settimane di attività avete imparato a conoscerci, ogni martedì vi sveliamo la tematica che per qualche giorno ci accompagna, declinandola nei vari settori da noi ricoperti. Anche se non ci occupiamo di attualità e cronaca, i nostri tempi hanno una sempre una forte aderenza col nostro territorio e forse il caso di questa settimana lo rende ancor più evidente. In mezzo ad una situazione di totale incertezza, con piccoli focolai che scoppiano in tutta Italia, la scuola sta cercando di ripartire e lo sta facendo tra le mille difficoltà e polemiche.

Crediamo che quanto vissuto nei mesi scorsi abbia messo in evidenza numerose criticità del sistema istruzione e che sia necessaria una radicale trasformazione di quest’ultimo che però tarda ancora ad arrivare. Questa settimana ci siamo rivolti questa domanda: ma d’istruzione si vive? La risposta declinata nelle varie rubriche vuole essere un punto di partenza per un processo di riscrittura che il mondo dell’istruzione non può più mancare ed è costretto ad affrontare. Al fianco dei soliti scarpesciuote questa settimana ci sarà una new entry Paolo Spagnuolo che col suo pizza e cinema off ci presenterà i suoi film.

Autori: Andrea Famiglietti, Antonio Lepore

Condividi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editoriale

E se parlassimo di sicurezza?

E se parlassimo di sicurezza?

Ci risiamo, abbiamo impiegato questo primo mese del 2022 per comprendere punti di forza e punti di debolezza di questa nostra giovane esperienza. Il risultato ci ha portato ad operare alcune scelte: la più importante è, senza ombra di dubbio, quella di dosare la...