L’atto performativo

da | Set 19, 2020 | Play | 0 commenti

Esercitare il diritto di votare è realizzare un’azione che individualmente, pur essendo un rituale collettivo, compie la volontà di affermare, convergere, supportare, una data visione della personale impronta di vita partecipativa nella complessa realtà del vivere comunitario.

Votare dice qualcosa prima di tutto su chi siamo. Votiamo dunque crediamo nella democrazia. Votiamo dunque esprimiamo chi siamo, il paese in cui vogliamo vivere, i valori che per noi contano. Votiamo dunque esistiamo come persone, con delle idee, credenze, preferenze.

Nei prossimi giorni teniamolo ancor di più a mente nonostante la spessa coltre di scetticismo frutto di perpetuate falsità ed indecenze. Non scarseggiano i dubbi tanto morali quanto esistenziali ma la direzione dovrebbe essere unica, quella valoriale.

Buona ragionata scelta e buon esteso ascolto di “Play”!

Condividi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editoriale

E se parlassimo di sicurezza?

E se parlassimo di sicurezza?

Ci risiamo, abbiamo impiegato questo primo mese del 2022 per comprendere punti di forza e punti di debolezza di questa nostra giovane esperienza. Il risultato ci ha portato ad operare alcune scelte: la più importante è, senza ombra di dubbio, quella di dosare la...