Le elezioni senza di te.

da | Set 20, 2020 | Riflessioni non richieste | 0 commenti

E poi vorrei chiederti se oggi andrai a votare. Oppure domani, quando c’é meno gente e potrai non fare caso a cosa indossi. E domani, inoltre, non dovrebbe esserci neanche il tizio che elemosina l’ultimo voto. E poi, magari davanti ad un buon caffè, ti chiederei se da lassù facciamo meno schifo, se anche lì si scannano per un posto di potere, se l’affissione abusiva di manifesti é tollerata oppure Zeus con i suoi fulmini condanna senza pietà.

Ma questi sono solo pensieri deliranti. Quello che non cambia é che i sondaggi li vedo sorridendo da solo. Anche Mentana lo seguirò da solo. Ed é inevitabile, quindi, imprecare. Ad alta voce. Alla fine cosa chiedo di straordinario? Vorrei soltanto ascoltare ancora il rumore dei tuoi discorsi sull’importanza di votare in piena libertà e soprattutto con consapevolezza. Poi tu avresti aggiunto sicuramente un miliardo di spiegazioni sul funzionamento del Parlamento, che in caso di vittoria del si “si andrà incontro a questo scenario” mentre se dovesse prevalere il no “sarebbe una questione di…”. Insomma, queste elezioni senza di te mi immalinconiscono più del solito. Almeno con te accanto erano una schifezza mangiabile.

Per il resto cosa mi racconti di bello? Qui solite storie. Probabilmente da martedì non cambierà nulla. E noi saremo lo stesso felici perché così potremo incazzarci davanti ad un bar. In fin dei conti ci manca sempre quel pizzico di coraggio per ribaltare le sorti di questa terra stuprata ogni giorno. E quindi, sempre in fin dei conti, sono quasi contento di coltivare la speranza che a te vada meglio.

Condividi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editoriale

Roppo ferragusto appontiti o busto

Roppo ferragusto appontiti o busto

Roppo ferragusto appontiti o busto: Dopo ferragosto copriti bene! Cominciamo con un detto avellinese questo breve editoriale che, come sempre, vi introdurrà in questo nuovo mese. Mentre scriviamo assistiamo spaesati a questa insolita campagna elettorale. Uno...

Il rifiuto!

Il rifiuto!

È passato un bel po’ di tempo da quando abbiamo scritto l’ultima cosa, ma vi possiamo assicurare che gli impegni degli ultimi mesi sono stati moltissimi e ci hanno costretto a sacrificare molto delle nostre piccole e modeste esistenze. Nonostante tutto, in questi...