Che Dio ed i suoi fratelli e le sue sorelle salvino le donne!

da | Feb 9, 2022 | Riflessioni non richieste | 0 commenti

La sicurezza, che tema del cazzo abbiamo scelto per questo mese. Ho tante parole che mi frullano nella testa, un sacco di incertezze che mi trascino sulla schiena malandata da quando ho capito che in Italia, almeno ad oggi, la sicurezza per le donne non è affatto scontata.

Ecco, se c’è una preoccupazione che mi assilla ogni giorno è proprio questa, e cioè che le donne non sono “libere” di passeggiare a qualsiasi ora, non sono “libere” di indossare quella cazzo di gonna perché noi uomini siamo animali, bestie assetate di sesso. Le donne, anche in Italia, non possono godersi una sana scopata altrimenti vengono accusate di essere troie.

A me fa paura questa società, profondamente maschilista e femminista soltanto a giorni alterni, soprattutto quando può fruttare qualche voto esclamare “le donne, i diritti delle donne e blablabla”. Io non ce la faccio più, vorrei che uno tsunami spazzasse via tutta la nostra brutta mentalità perché non siamo capaci di cambiare, non abbiamo ancora capito un cazzo. Vorrei che tutto finisse all’improvviso, che calasse il sipario su questo schifo di società e che da domani ogni donna possa cantare alla Luna, al Sole, all’amico, al gatto, senza preoccuparsi di altro.

Ieri, mentre passeggiavo tra i vicoli della mia città, ho guardato il cielo. Era sporco di inquinamento e altre schifezze, ma comunque ho chiesto a Dio e ai suoi fratelli di salvare il sorriso delle donne, l’unica cosa per cui vale la pena vivere. Peccato che siamo talmente stupidi da non capirlo. Vorrei che non ricucissero più le loro ferite ma soltanto vestiti, vorrei che piangessero per un amore finito e non per un amore malato, vorrei che si sorprendessero di ciò che sono e non di quanto un uomo possa fare schifo. Vorrei, poi, che un’esplosione di felicità le colga di sorpresa.

Spero che la mia preghiera venga accolta. E non rompetemi i coglioni, la preghiera è l’ultima possibilità visto che noi uomini siamo imbecilli e meritiamo l’estinzione (non tutti, ma una buona parte sì).

 

Condividi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editoriale

E se parlassimo di sicurezza?

E se parlassimo di sicurezza?

Ci risiamo, abbiamo impiegato questo primo mese del 2022 per comprendere punti di forza e punti di debolezza di questa nostra giovane esperienza. Il risultato ci ha portato ad operare alcune scelte: la più importante è, senza ombra di dubbio, quella di dosare la...