La raccomandata

La Fabiana del presente scrive a quella parte di sé rimasta a Napoli, sua città natale. Racconti, spunti e domande che in apparenza non ricevono riscontro, ma che di fatto delineano ampi spazi di riflessione

I senza terra

I senza terra

Cara Fabiana, mi hanno chiesto di parlare d'amore e io ho deciso di parlare dell'amore per Napoli. Non il mio, l'amore degli altri. Ci sono stata fino a ieri. Poi sono dovuta andare via per impegni lavorativi. Sarei scappata lo stesso, lo confesso. La mia città è...

Il disagio

Il disagio

Cara Fabiana, Il 15 agosto metà delle persone nate dalla parte fortunata del pianeta era al ristorante, l'altra metà probabilmente con le chiappe nell'acqua. Intanto a Kabul, la presa del potere da parte del talebani. E, diciamoci la verità, alla maggior parte degli...

Chi ero, chi sono

Chi ero, chi sono

Cara Fabiana, i muscoli indolenziti delle gambe, mi ricordano che le cose cambiano. Ieri, dopo più di un anno di stop, ho provato a fare un po’ di sport e, come natura vuole, oggi faccio fatica a muovermi. Questo mi riporta inevitabilmente con la mente al passato,...

Lo scambio delle parti

Lo scambio delle parti

Cara Fabiana, oggi voglio sfatare il famoso mito della minoranza. Secondo la leggenda, infatti, quando si è in minoranza, qualsiasi sia il contesto, si è quasi sicuramente perdenti. E questa è una cosa che ci inculcano nella testa sin da piccolini, quando per prendere...

Recovery Plan Ignorante

Recovery Plan Ignorante

Cara Fabiana, in questi giorni, come è giusto che sia, si sente parlare tanto di Recovery Plan. Così, tra mille impegni e pensieri, mi sono ritagliata cinque minuti per leggere un articolo e capire a grandi linee cosa prevede tale progetto. Mentre scorrevo la pagina,...

Il mondo preconfezionato

Il mondo preconfezionato

Cara Fabiana, forse in passato mi sarebbe risultato più facile parlare di emarginazione e altrettanto facilmente mi sarei inserita nella schiera delle persone che durante la propria vita hanno vissuto momenti di marginalità. Mi verrebbe da pensare a quando da...

Il tempo è sempre lo stesso

Il tempo è sempre lo stesso

Cara Fabiana, conosci la canzone C’è tempo di Ivano Fossati? Beh, a un certo punto nel testo si parla di un tempo che sfugge e che prima o poi ci riprende. Così ho iniziato a riflettere sull’immagine che in particolar modo mi suggeriva il verbo riprendere. Davanti...

Il futuro ridimensionato

Il futuro ridimensionato

Cara Fabiana, negli anni in cui eravamo un’unica persona, il futuro è sempre stato molto presente nelle nostre giornate. Eterne sognatrici ritagliavamo pezzi di tempo per ipotizzare cosa avremmo fatto da lì a dieci o vent’anni, per vagare con la mente e saltare le...

Io non sono ciò che faccio

Io non sono ciò che faccio

Cara Fabiana, in questi giorni riflettevo sui mali che affliggono la nostra società. Sono svariati e hanno un’importanza differente a seconda del punto di vista e di quanto ne parla la comunità. Se dovessi decide di impiegare il resto della mia vita a vestire i panni...