La cartolina

La cartolina

Inizi anni 90
Da una parte c’erano gli emigliani, dall’altra i semplici
Gli emigliani stavano in tv, con il loro perfetto italiano e la famiglia benestante.
Noi eravamo i semplici, crescevamo nei paesini del sud con i soldi nel portafoglio da contare.
Ci tiravano su con questo “desiderio genitoriale” di riscatto sociale.
Eravamo i figli che potevano compiere il grande salto, passare dall’altra parte, diventare emigliani pure loro, anche se non eravamo nati al nord.
Anni dopo mi fermo a guardarci.
Alcuni di noi hanno deciso di restare nella loro terra.
Di crederci.
Ci siamo liberati dal fantasma di Emiglio
Siamo rimasti semplici
Nell’animo
“Il fantasma di Emiglio”
Irpinia 2021

Il fantasma di Emiglio, Irpinia, 2021, Lorenza Melillo
La cartolina

La cartolina

La pandemia ci ha reso migliori?

A feste passate aprite la vostra credenza e guardate.

Il servizio di piatti che solitamente tirate fuori per gli estenuanti e interminabili pranzi di famiglia quest’anno è rimasto fermo lì?

Se la risposta è si, allora siete migliorati. Avete agito pensando al bene comune.
In caso contrario non siete peggiorati, eravate evidentemente già degli ignavi.
A nostra insaputa

“Il servizio buono”
Irpinia 2021

La cartolina

La cartolina

Ci sono interi paesi in zona rossa. Da sempre.
Dovremmo cominciare ad interessarci a loro
Perché domani noi saremo di nuovo in giro a riempire strade, negozi e piazze
Certi luoghi invece continueranno a vivere in “zona rossa”, con le loro saracinesce abbassate su vecchie e ormai ingiallite locandine pubblicitarie di un Italia che fu..

Lorenza Melillo, silenzio in zona rossa, Irpinia, 2020